The Death – I morti di James Joyce (e un richiamo a Henry James)

Chi sono i vivi, chi sono i morti? The Death. De I morti di James Joyce, ristampato nel 2018 per Passigli editore nella traduzione di Alessandro Gentili, se ne è discusso a Pisa, nella libreria Ghibellina, lo scorso 16 giugno in occasione del Bloomsday,  alla presenza dello stesso Gentili e di Roberta Ferrari, docente di letteratura inglese, dell’Università di Pisa. I…

“La bambina che amava troppo i fiammiferi” di Gaétan Soucy

La bambina che amava troppo i fiammiferi  dell’autore francofono Gaétan Soucy, (pubblicato in Italia da Marcos y Marcos. Tradotto da Francesco Bruno) è un libro sconvolgente. Una storia di violenza e orrore, ignoranza, soprusi e segreti murati, ma allo stesso tempo di speranza, sogni, favole e una dose di purezza e ingenuità che trasformano il…

“La ragazza scomparsa” di Shirley Jackson

<<Una delle cose più belle del lavoro di scrittrice è che nulla va mai sprecato>> Il genio di Shirley Jackson, scrittrice americana osannata da Stephen King,  sta nell’arte di far sembrare ogni cosa diversa da ciò che è. Inseguire il dettaglio, ad un certo punto della lettura, sembra essere l’unico mezzo – per il lettore…

#Podcast: Caro Pasolini, ti scrivo…

Buongiorno amici, ho registrato un podcast in cui parlo di Pierpaolo Pasolini. Non ho una dizione perfetta né la capacità di dare giusta enfasi alle espressioni perché, semplicemente, non faccio l’attrice, ma il podcast l’ho registrato lo stesso. Sono una lettrice e leggo. #Podcast su Pierpaolo Pasolini L’articolo integrale lo trovate su Lucia Libri ma se avete voglia…

Caro Pasolini, ti scrivo…

Caro Pasolini ti scrivo, ti racconto la moltiplicazione di zero.  Caro Pasolini ti scrivo, avremmo dovuto saperlo già dai tempi del buon Giambattista Vico che con i Corsi e Ricorsi storici non si scherza. Che tutto torna anche se è già finito. Pensavamo che avremmo letto la parola fascismo solo sui libri di storia, associandola…

“Zucchero e Catrame” di Giacomo Cardaci

Non serva che sia io a dire quanto Giacomo Cardaci scriva bene. Anzi benissimo.  Basterebbe  annoverare i numerosi Premi letterari vinti – tra cui il “Pier Vittorio Tondelli” o il “Piero Chiara Giovani” -, rammentare le pubblicazioni giuridiche – perché Giacomo è anche giurista –  e gli altri suoi romanzi pubblicati in precedenza ( Alligatori al…

“I nomi epiceni” di Amélie Nothomb

«Non gli passa. È difficile che la collera passi. Esiste il verbo incollerirsi, far montare dentro di se la collera, ma non il suo contrario. Perché? Perché la collera è preziosa, protegge dalla disperazione. » Cosa si è disposti a fare per ottenere le attenzioni di qualcuno? La vendetta per un tradimento subìto, può essere…