Intervista a Ljubiza Mezzatesta: illustratrice e poliedrica artista, a caccia di storie

Intervista a Ljubiza Mezzatesta: illustratrice e poliedrica artista, a caccia di storie

17310145_1199932640123142_5315788395685816479_o.jpg
Ljubiza Mezzatesta

Illustratrice, pittrice, ritrattista siciliana, ricercatrice di storie perdute e vicende che profumano di fimmine dimenticate dalla storia o nascoste tra gli anfratti del passato. Lei, nata a Catania col sole nei Gemelli e la Luna in Acquario, si chiama Ljubiza Mezzatesta. Donna dall’animo sensibile, artista capace di plasmare il colore in emozioni e convertire antiche vicende di personaggi, noti e sconosciuti, in pittura e immagini.  “Cromoscandaglio dell’animo femminile” , come è stata definita, Ljubiza svela l’universo rosa, lo sfoglia con arte, strato per strato, lo ricerca, lo ricama con cura dopo averlo studiato con curiosa dedizione: «L’universo femminile è un territorio in continuo mutamento, un bosco può diventare un deserto, una prateria una megalopoli. Penso che le donne siano portatrici di una molteplicità che delle volte spaventa il genere maschile». Poliedrica  artista,   presidente dell’associazione Tabarè di Catania, Ljubiza è un vulcano di idee;  le sue opere sono state esposte in svariate   mostre di Roma, Milano, Napoli Trieste, Formello, Carnello e Catania e, a un certo punto, ho voluto saperne di più

L’intervista

Qual è la differenza tra pittura e illustrazione?

Pittura e illustrazione, che personalmente preferisco chiamare disegno, sono due divergenti attività che coinvolgono parti diverse del cervello. I processi che permettono il disegno sono quelli legati all’emisfero celebrale sinistro: analizzare le forme, sintetizzarle, organizzarle, strutturare il linguaggio. L’emisfero destro è quello dedicato alla pittura, la zona “poetica”, le emozioni esperite tramite il colore e le forme. L’illustrazione è la mente, la pittura è il cuore.

Ti senti più comoda nei panni di illustratrice o pittrice?

La mia ricerca personale è il balance tra queste due componenti polarizzate dell’essere umano. La creatività nasce quando questi due aspetti dialogano e collaborano felicemente. Anche la mia formazione è stata caratterizzata da questa ricerca: gli studi d’Arte e la Facoltà di Architettura. Mi sento entrambe le cose, leggermente tendente agli aspetti analitici e progettuali, ci tengo molto che i miei quadri abbiano una pulizia formale e di esecuzione impeccabile. Questo certe volte, anche se apprezzato, lo sento un limite ma ho ancora tanta strada da fare e spero che un giorno le due parti siano armoniosamente equilibrate.

ljubiza-mezzatesta.jpg

Un mondo dedicato alle donne quello di Ljubiza. Perché questo universo continua a ispirare?

Mi ispira l’universo femminile perché è quello che conosco meglio. Preferisco essere spontanea, non sono alla ricerca di duetti speciali e nemmeno ostinata a ricercare qualcosa di nuovo. La mia cara Lina Lizzio mi definì “cromoscandaglio dell’animo femminile” e questo mi piace molto. A parte la ritrattistica e gli artworks su commissione, lavoro grazie alla memoria, non uso modelli. Mi ispira l’arte classica, l’arcaicismo. Le donne, di qualsiasi forma e età, quando sono felici sono bellissime.

 

Risultati immagini per virdimura mezzatesta
Virdimura

Virdimura. Il soggetto della mostra a Catania dedicata alle donne. Chi era? E perché questa scelta?

Virdimura, donna catanese di origini ebraiche del 1300, per libera scelta decise di dedicare la professione alla categorie più vulnerabili: donne, disabili e poveri. Una figura dai valori etici altissimi. A suo onore infatti è stato istituito un premio internazionale assegnato a personaggi che incarnano i medesimi valori. Il personaggio mi è stato assegnato, dopo la valutazione di una commissione scientifica. La Sala delle Donne ospita altri 8 ritratti di importanti figure femminili catanesi eseguiti da altrettante brave artiste contemporanee etnee.

L’universo delle donne è una scatola magica ancora da scoprire o siamo noi che cerchiamo di renderlo un parallelo misterioso?

L’universo femminile è un territorio in continuo mutamento, un bosco può diventare un deserto, una prateria una megalopoli. Penso che le donne siano portatrici di una molteplicità che delle volte spaventa il genere maschile. Per quelli che riescono ad amare questa complessità le porte del Paradiso si aprono, per gli altri, come purtroppo la cronaca ci racconta ogni giorno, la dannazione all’Inferno. Come per ogni mistero in realtà non c’è niente da scoprire ( penso al Pendolo di Focault di Umberto Eco ) La mia passione per le “Sante” in qualità di archetipi femminili virtuosi delle volte è stata fraintesa.

Le tue opere riproducono storie e soggetti. Sei tu che vai a caccia di storie o sono le storie che trovano te?

Il mio non è un contributo catecumenale, studio queste donne perché ritrovo in loro delle protofemministe, donne libere e coraggiose pronte a morire per quello in cui credono. Prima o poi mi dedicherò allo studio degli archetipi femminili negativi e allora potrò rispondere pienamente a questa domanda. Sono una persona estremamente curiosa ma per lo strano dono che ci fa la vita della sincronicità sono le storie che trovano me.

Risultati immagini per mezzatesta ljubiza

Quanto gli stati d’animo influenzano le tue creazioni?

Ogni singolo segno, ogni pennellata sono impregnati del mio stato d’animo. La mia vita è inevitabilmente impressa nelle opere. Cerco di essere di buona predisposizione d’animo quando dipingo. Il vissuto, anche travagliato, è un elemento molto importante e non solo per gli artisti ma il momento della creazione  è magico, dimentichi tutto, come nell’innamoramento l’unico soggetto di attenzione è l’opera. Lo scrupolo più forte è quanto ci sia di egoico nel fare Arte, quel lasciare una traccia di sè che sopravvive alla geografia e alla storia e quanto invece ci sia di manifestazione del talento dell’anima, ovvero strappare con gentilezza un sorriso o una riflessione allo spettatore. E un dubbio importante e spero che tutti gli artiti se lo pongano. Penso a cosa e quanto ho da restituire al mondo. L’Arte è Servizio.

Risultati immagini per mezzatesta ljubiza ambulanza letteraria

Sentimenti e illustrazioni sono quelli che hai realizzato per Ambulanza Letteraria. Come nasce questa collaborazione?

La mia collaborazione con Ambulanza Letteraria nasce senza casting. Cono Cinquemani, l’ideatore di questa meritevole follia, è mio collezionista. Collezionista nell’accezione nobile del termine, non è solo interessato alla mia opera ma alla mia persona. La sua fiducia nei miei confronti ha permesso la realizzazione di opere a tema per noi importanti come i Jarrusi, una serie di 4 ritratti ispirati a dei personaggi frequentatori di una sala da ballo per soli uomini della Catania anni 30, portati al confino nelle isole Tremiti. Insieme abbiamo realizzato il dizionario Siculish e altre opere che Cono ha in casa. Quando mi ha proposto Ambulanza Letteraria mi sono subito appassionata per la sua vocazione, condivido il valore della letteratura come educazione ai sentimenti, in questa vita non ci è concesso esperire tutto  e i libri sono un ottima finestra su parti dell’animo umano altrimenti inesplorati. Per A.L ho realizzato il logo e 5 ritratti iconici che rappresentano stati d’animono/emozioni, ci tengo a dire che Cono non mi ha fatto mai revisionare/modificare un bozzetto, questo è molto raro nel mio lavoro

A cosa stai lavorando in questo periodo?

In questo periodo dipingo vasi e terracotta, mi sono innamorata di questo materiale cosi antico, forte e fragile. Studio la Divina Commedia, dipingo una Virdimura di grandi dimensioni per una fantastica coppia milanese trasferita a Catania, e devo iniziare un ritratto di famiglia e una Santa Lucia. Porto avanti il progetto Tabarè, piccola galleria a Catania insieme alle mie amiche.

Hai un sogno nel cassetto? Possiamo Sapere qual è?

Si, c’è un sogno nel cassetto, legato all’isola in Croazia dove è nata mia nonna paterna.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...