Mestruazioni? Masturbazione? Judy Blume è la scrittrice pluricensurata

La palma di autore più censurato va a Judy Blume che con il suo romanzo Are You There, God? It’s Me Margaret, bandito dal programma scolastico in numerosi istituti ha osato trattare tematiche come il ciclo femminile, la sessualità e la crescita del seno.

Risultati immagini per judy blume
Judy Blume

Judy Blume ha venduto oltre 85 milioni di libri in tutto il mondo e trasformato le percezioni di innumerevoli ragazze e ragazzi su questioni come il sesso, la biancheria intima e le mestruazioni. Dio ci sei? Sono io, Margaret riguarda una ragazza in cerca di risposte sulla pubertà, il sesso opposto, i prodotti sanitari e le dimensioni del seno.

57800252cae0967c08c5925c36ad5458.jpg

TRAMA

Margaret Simon, ha quasi dodici anni, ama i capelli lunghi, i tonni, l’odore della pioggia e le cose che sono rosa. Si è appena trasferita da New York City a Farbook, nel New Jersey, ed è ansiosa di entrare in contatto con i suoi nuovi amici: Nancy, Gretchen e Janie. Formano un club segreto per parlare di argomenti privati ​​come ragazzi, reggiseni e le loro prime volte. Margaret è felice di appartenere a quel gruppo.

Dopo il trasferimento nella nuova città, la prima cosa che Margaret chiede a Dio è “Non lasciare che il New Jersey sia troppo orribile”, quindi Margaret è una bambina bisognosa di stabilità, forse non sta vivendo un periodo roseo, ma ricerca un equilibrio.  La seconda cosa che chiede sono le tette.

Blume rispetta il suo pubblico, che è specificamente quello fatto da ragazze di 12 anni , in primo luogo, e nessun altro. Tratta importanti  argomenti quali- la pubertà e Dio, quindi è la metà dell’intera lista dei Grandi Soggetti – rispetta le difficoltà. Margaret è il prodotto di un matrimonio misto – sua madre è cristiana e suo padre è ebreo – e il grande dibattito verte anche su quale Dio, se c’è, dovrà scegliere. I suoi genitori hanno lasciato la decisione a lei, e lei pensa che sia una cosa facile.

Per Margaret, gli anni della crescita iniziano con una miriade di cambiamenti. Si trasferisce in una nuova città, frequenta una nuova scuola, fa nuove amicizie, mantiene uno stretto rapporto con sua nonna e si cimenta con la sua mancanza di una religione definita mentre naviga nelle complessità degli anni pre-adolescenti. Margaret è all’apice dell’adolescenza e tutto ciò che vuole è adattarsi ed essere “normale”.

La nuova migliore amica di Margaret, Nancy è una ragazza cattiva. Blume non lo dice esattamente; lascia intendere che l’insegnante di prima media nutre sentimenti inappropriati per Laura Danker, in fase di sviluppo precoce, ma lascia al lettore la decisione di prendere sul serio tutti gli argomenti trattati. Più drammaticamente, i nonni cristiani materni di Margaret arrivano per una riconciliazione, dopo aver rinnegato la loro figlia quando ha sposato un ebreo.

Judy Blume è una delle grandi eroine della letteratura: prende sul serio la crescita, il che è importante perché crescere è un affare serio.

Blume non parla male e non si moralizza. E’ ancora una delle autrici più sfidate del 21 ° secolo perché ha osato affrontare argomenti come : il sesso e la masturbazione.

A distanza di 50 anni, la sua voce è ancora chiara, universale, non giudicante, inestimabile. “Volevo essere sincero”, dice. “E ho sentito che nessun adulto era stato onesto con me. Non avevamo le informazioni che avremmo dovuto avere.”

Risultati immagini per deenie judy blume

Masturbazione e censura 

Un altro libro della Blume censurato è stato Deenie e in una intervista rilasciata al illibraio.it aveva raccontato che : <<Deenie è stato censurato e bandito da alcune scuole perché la protagonista si masturba. Non conosce nemmeno la parola, sa solo che quello è un posto ‘speciale’ e che trae piacere dal toccarlo. Un giorno l’insegnante di educazione fisica ne parla alle ragazze, spiegando che è sano e naturale e che non c’è niente di cui preoccuparsi se lo si fa. A causa di questo libro ho ricevuto lettere in cui mi si augurava di bruciare all’inferno. Addirittura, il preside di una scuola mi ha detto che sarebbe stato diverso se a masturbarsi fosse stato un ragazzo: in quel caso sarebbe stato normale”,

Il New Yorker definisce la Blume una delle autrici più importanti di romanzi young adult. Non solo: per la rivista i suoi libri sono “talismani che hanno accompagnato moltissime ragazze verso l’età adulta”.

 

 


2 commenti Aggiungi il tuo

  1. illettorecurioso ha detto:

    Assurdo che sia stata censurata!
    Assurdo soprattutto le lettere che ha ricevuto per aver scritto qualcosa di normalissimo.
    Non ho mai letto nulla di suo che ricordi, ma la metterò sicuramente in lista!

    "Mi piace"

    1. Fimmina che legge ha detto:

      Anche io sono curiosa di leggere tutti i suoi libri, ma non li ho ancora trovati in libreria. Proverò con la biblioteca. 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...